Seleziona una pagina

Ottimizzazione ecommerce, evoluzione del sito o creazione da zero?

Un sito ecommerce avviato con tassi di conversione costanti e che sia collaudato per i vostri clienti è senza dubbio un obiettivo a cui ogni imprenditore ambisce. Ottenere vendite continue o raggiungere picchi nei periodi stagionali sono traguardi che si ottengono nel tempo e sono frutto di analisi e sondaggi, miglioramenti dell’usabilità, split test e molto altro. Nonostante il vostro ecommerce soddisfa pienamente le richieste dei clienti e genera vendite costanti potrebbe comunque presentarsi il momento in cui ci si chiede se occorre crearne uno nuovo.

Davanti a questa esigenza è fondamentale chiedersi se è realmente necessario creare un sito ecommerce da zero o se è consigliabile evolverlo e trovare nuovi margini di miglioramento in quello attuale.

Sito ecommerce nuovo o evoluzione?

I percorsi disponibili sono due:

1) Progetto evolutivo del sito ecommerce
2) Progetto radicale di un nuovo si ecommerce

Analizzare le differenze tra le due opzioni e riflettere a fondo su quale direzione intraprendere permetterà di ridurre molteplici rischi. Analizziamo a fondo i motivi per cui è consigliabile un progetto di ottimizzazione o evolutivo del sito ecommerce o se è giunto il momento di crearne uno da zero con un progetto radicale.

Progetto evolutivo di un sito ecommerce

Anziché dirigersi velocemente in un progetto radicale occorre soffermarsi su quali sono le reali motivazioni per cui non si è più disposti a migliorare e continuare ad utilizzare il sito attuale aggiornandolo laddove occorre. Se il vostro ecommerce genera costanti introiti e i vostri clienti hanno già maturato un’ottima esperienza con la vostra piattaforma è auspicabile analizzare eventuali punti deboli da migliorare e proseguire con un processo evolutivo. Per quanto il mio consiglio possa essere quello di mantenere un percorso evolutivo del sito, ci sono dei casi in cui è necessario ricorrere ad un progetto radicale:

  • Aspetto del sito amatoriale e non all’altezza dell’immagine del brand
  • Le ottimizzazioni effettuate non contribuiscono nel migliorare i ricavi
  • L’esperienza di navigazione non soddisfa più gli standard odierni
  • La tecnologia del sito è datata e i nuovi aggiornamenti costosi e lenti da apportare
  • Chi gestisce i servizi della piattaforma non soddisfa più le vostre aspettative, i loro servizi sono lenti e costosi e le loro piattaforme non più all’avanguardia. In questo caso è giunto il momento di cambiare fornitore e piattaforma.

Ottimizza il tuo sito ecommerce

Se nessuna di queste situazioni riguarda il vostro ecommerce, è potenzialmente più redditizio e meno rischioso un progetto evolutivo. Gli investimenti saranno inferiori ed eviterete di sprecare considerevoli risorse, tempo e denaro. Un progetto evolutivo di un sito ecommerce offre la possibilità di avere un incremento controllato delle vendite e continui miglioramenti della piattaforma. Un progetto radicale invece vi posiziona in un contesto in cui tutto inizia da zero; non c’è alcuna consapevolezza di come reagiranno i clienti, potrebbero presentarsi dei blocchi nell’imbuto di vendita e ritrovarvi con un crollo delle vendite.

Il grafico sottostante confronta il panorama che si presenta con una progettazione evolutiva e radicale nell’arco di cinque anni:

Confronto tra progetto evolutivo e radicale di un sito ecommerce

In un progetto evolutivo il tempo può solo confermare una crescita costante scaturita da una grande esperienza maturata dai clienti nell’utilizzo del sito che dal management, che ha un quadro chiaro e prevedibile delle vendite e del loro incremento nel tempo. Nel caso di una progettazione radicale tutto inizia da zero e le probabilità che le vendite siano alla pari di un progetto evolutivo sono davvero basse. Le incognite numerose e i rischi alti.

Se vuoi approfondire le tecniche di miglioramento del tuo sito ecommerce leggi questo articolo in cui trovi ben 10 preziosi consigli per migliorare il tuo sito ecommerce.

Progetto radicale di un sito ecommerce

Prima di procedere in un percorso di creazione da zero è importante valutare quali rischi possono presentarsi. Creare un nuovo ecommerce è un ingente investimento in termini di tempo, risorse e soldi e quello che ci si aspetta è che gli sforzi siano ricompensati in termini di vendite ed efficienza. Purtroppo non sempre accade e le cose non possono andare nella direzione giusta e per svariati motivi i cambiamenti possono portare a peggiori esperienze per il cliente e a rendite minori.

Tuttavia se rientrate nei cinque punti elencati nel paragrafo precedente e quindi non ci sono margini di miglioramento o evolutivi è giunto il momento di concentrarsi su un nuovo progetto. Bisogna essere consapevoli che sarà un percorso arduo in cui statisticamente si presenteranno degli imprevisti. Il management deve accettare che se il team è interno all’azienda, dovrà lavorare esclusivamente al progetto e che le tempistiche potranno essere più lunghe del previsto. Inoltre, come dimostrano le statistiche (più del 55% delle aziende riscontrano imprevisti durante un progetto radicale) occorre essere consapevoli che i problemi si presenteranno, sia durante la progettazione che dopo aver lanciato il nuovo sito.

È necessario quindi gestire con attenzione tutte le fasi del processo con lo scopo di ridurre o evitare le insidie in fase di sviluppo e per cercare di ottenere tassi di conversione superiori al sito precedente o quantomeno alla pari.

Le fasi di un progetto radicale di un sito ecommerce

Un progetto radicale di un sito ecommerce si articola in cinque fasi:

1) Strategia e sviluppo di un business case
2) Definizione delle funzioni e selezione dei fornitori
3) Progettazione e avvio dello sviluppo
4) Fase antecedente al lancio
5) Lancio del sito

Ogni singola fase andrà percorsa con la massima attenzione e qualora ci si renda conto che qualcosa è andata storta è consigliabile fermarsi, fare uno o più passi indietro e correggere. Sottovalutare e tralasciare anche il più piccolo errore durante le prime quattro fasi comprometterà la buona riuscita del progetto.

Dopo averlo lanciato sarà molto più difficoltoso ovviare ad un problema che con il tempo potrebbe essere diventato più grande e fastidioso. Uno dei principali inconvenienti potrà essere quello di dover programmare una fase evolutiva o di correzione del sito. Tale fase dovrà essere effettuata nel più breve tempo possibile altrimenti si rischia di ritrovarsi con un numero inferiore di vendite o che i clienti incorrono in problemi di usabilità del vostro nuovo sito ecommerce.

Scrivimi per una consulenza

In homepage nella sezione contatti trovi i riferimenti per contattami. Scrivimi per richiedere una consulenza gratuita relativa ad un’ottimizzazione del tuo ecommerce o se stai pensando di crearne uno da zero.